Il viaggio della vita

Tre riflessioni

Il viaggio della vita

Essere umano

Da un po’ di tempo sento questa parola come un appello. Una chiamata alla quale non posso opporre resistenza. È come un invito a una festa gioiosa che sta arrivando.

La domanda è anche cosa significa per me essere una creatura umana.

Se lascio penetrare la domanda e il significato che sorge dal mio cuore, allora è un’esperienza di gioia e gratitudine. Nasce da un urgente bisogno di concentrarmi al centro del mio essere, e lì indagare sulla causa dell’infelicità e della nostalgia.

La conoscenza di sé è la porta aperta

è stato proclamato a un certo punto,

ed è mortale per ogni illusione.

L’intero circuito che fa esistere l’illusione è passato. Un risveglio doloroso in un mondo strano ed estraneo, dove il conflitto è considerato normale, senza poterci abituare.

È diventato chiarissimo di essere gettati qua e là senza timone tra le onde inaffidabili degli opposti, che senza una bussola e una struggente nostalgia si rivelano tutti frutti dello stesso albero, apparentemente necessari per spostare l’attenzione verso l’interno.

Concentrarsi su se stessi e così ritrovare la fonte originaria dimenticata, causa di ogni nostalgia, e ritrovare il paradiso perduto, la nostra casa.

Tutto questo lo ha preceduto. Una lunga serie di significati diversi.

La cosa meravigliosa di questo viaggio della vita è che tutto ciò che è stato prima non può più essere rivissuto, come se le sue tracce fossero state gradualmente cancellate e la funzione di indicatore di direzione non fosse più necessaria. Dissolto nell’adesso.

Che benedizione e che gioia!

Essere umano? È quello che sono; Non finisce mai di stupirmi.

 

Orecchie per ascoltare

Penso che ascoltare con il cuore sia importante per capire davvero.

I punti interrogativi sembrano orecchie e se li metti insieme ottieni un cuore.

Ho scoperto che il mio cuore è ideale per ricevere e riconoscere i suoni.

Così le mie orecchie ascoltano la parola d’amore e il mio cuore riconosce il suono della verità.

Allora posso capire la risposta al mio desiderio più profondo.

La risposta risuona in tutte le lingue e testimonia la verità.

La differenza, di cui qualcuno parla, si sente.

Testimoniare la verità non implica che si dica qualcosa di speciale, ma tutto quello che si dice è speciale. La fonte non ha importanza.

Tutto ciò che viene detto dal nucleo originario dell’essere umano testimonia di un cosmo in cui l’amore è onnicomprensivo e c’è l’assoluta libertà di esprimersi.

Siamo in grado di vivere insieme in un tale cosmo, qui e ora.

Dal profondo del mio essere sento che è possibile, ma solo se mi lascio alle spalle la menzogna e seguo il profondo desiderio come guida, come un bambino per mano di un padre o di una madre.

Un cosmo dove tutti si sentono a casa, come scintille di un unico fuoco spirituale.

Tutto questo è diventato chiaro durante il mio viaggio nel tempo. Tutti sono cordialmente invitati a questo viaggio.

Vieni anche tu?

Il viaggio della vita: la distanza tra ciò che pensi di essere e ciò che sei veramente

  • Non appena è avvenuto l’abbandono a se stessi, sulla base di una nuova anima, e la paura ha lasciato il posto alla gioia, la vita assume un nuovo significato e il vecchio svanisce senza lasciare traccia.
  • Solo dentro di te scopri te stesso e da nessun’altra parte.
  • La contraddizione consiste nella tensione, mentre la felicità è equilibrio completo, non questo non quello, risolto nella completezza.
  • C’è gioia più grande che essere colpiti dalla freccia dell’amore al centro della rosa?
  • Siamo esseri magici e creiamo il nostro mondo. Incredibile vero? Abbiamo la possibilità di creare ciò che amiamo e desideriamo profondamente. Come sarebbe il mondo allora?
  • Quando ti rendi conto che nessuno è uguale a un altro, ma sempre un sé, allora hai capito, vero?
  • Tutte le domande si dissolvono in una presenza senza concetti.
  • Tutto cambia nel mondo degli opposti, nulla rimane lo stesso.
  • Se non c’è abbastanza luce, non puoi brillare.
  • Prendi la relatività del tempo e avrai l’eternità, più vicina delle mani e dei piedi.
  • Il viaggio di una vita è ridurre la distanza tra ciò che pensi di essere e ciò che sei veramente.
  • Come fai a sapere se il mondo in cui vivi è sogno o realtà? E qual è la differenza?
  • La natura dell’essere eterno appare come stelle lucenti nello spazio, innumerevoli, visibili a tutti, tutte originate dal colore unico che emana dall’infinito bianco e dall’unico suono. L’essere umano come rappresentante dell’unità. Un’avventura straordinaria da vivere, da essere consapevoli ogni giorno.
  • La realtà della relatività è inimmaginabile.

Condividi questo articolo

Informazioni sull'articolo

Data: Ottobre 7, 2021
Autore / Autrice : Krabbelton (Netherlands)

Immagine in evidenz: